San Sebastiano

san sebastiano

Situata nella parte alta del centro storico di Collimento la chiesa è già esistente nel 1215 nella Bolla di Innocenzo III.

L'attuale edificio ad una navata con annessa la cappella dedicata a S. Giuseppe si propone come un anomala fabbrica senza fronte.

L'ingresso principale, servito da una scalinata, si apre sulla parete di destra della navata, mentre un secondo ingresso è nella cappella di San Giuseppe.

L'unica navata coperta da soffittatura piana, è occupata da tre altari settecenteschi con nicchie che contengono statue lignee.

La cappella di San Giuseppe, che si apre alla fine della nave, a sinistra dell'altare maggiore, è più interessante dal punto di vista architettonico. Due cupolette ellittiche traverse, che s'impostano su strette lesene, che formano vele di sostegno, coprono la cappella. La statua di San Giuseppe è al momento custodita nell’Abbazia di San Giovanni Battista di Lucoli.

Interessante anche la partizione decorativa che interessa il sistema cupolare e concorre ad una affermazione originaria di tutta la cappella.

Di grande valore artistico è da segnalare la statua lignea di San Sebastiano, al momento in custodia presso la curia di L'Aquila

 

ssebastiano2

San Sebastiano
1517 - Attribuita a Giovanni di Biasuccio
(da alcuni attribuita a Saturnino Gatti)
al momento in custodia presso la curia di L'Aquila